Site menu:

Site search

Meta

Articoli recenti

Amici

Consigliati

Partners

Sponsor

“ARRENDETEVI SIETE CIRCONDATI”. La certezza di Grillo: “Saremo un milione a San Giovanni”

Il leader del Movimento 5 stelle conclude oggi a Roma lo “Tsunami tour”

L’immagine è suggestiva: Bersani, Berlusconi, Monti, Ingroia e compagnia che sventolano il fazzoletto bianco davanti al popolo grillino. «Arrendetevi», grida Grillo. E lo urlava anche ieri sera, dalla piazza di Rieti, la penultima tappa prima della marcia su Roma, il luogo fisico e simbolico del potere contro cui il Movimento Cinque stelle si batte: «Lo Stato non c’è più in questo paese. Hanno trasformato la democrazia in burocrazia». Urla Beppe in montgomery blu. «Andranno a casa, andranno a casa….», dice ai suoi. Giovani, anziani, uomini e donne delusi dalla politica, dai partiti. E lo ripeterà oggi il suo mantra – «andranno a casa» – a piazza San Giovanni, la storica piazza rossa che dopo il «meno male che Silvio c’è», nel 2006, è ormai temprata a tutto. Un milione in piazza, assicura Grillo. E anche se non sarà proprio così la città si prepara all’orda grillina. Ambulanze, presidi medici, forze dell’ordine, traffico deviato. Una città bloccata dal leader del Movimento cinque stelle che per evitare ulteriori disagi ha deciso di arrivare a Roma con il camper rinunciando al treno dei pendolari.

«C’ero anch’io a San Giovanni, il giorno che cambiò l’Italia». Grillo invita tutti a una data che assicura storica: «La storia è sempre passata da queste parti. E noi siamo ancora qui, ancora a Roma, per ricominciare ancora una volta. Per fare come ha detto Dario Fo un ribaltone, quello che non sono riusciti a fare i nostri padre nel 1945». Suggestioni che portano lontano che raccontano della presa del potere fascista ma anche della liberazione partigiana e della ricostruzione del paese.

Ed ecco a voi lo «Tsunami tour». In ogni piazza si scandiscono le regole della nuova Italia: «Un tetto di quattro milioni alle pensioni per aumentare quelle minime». Ma anche il ritorno dei 60 anni come limite per andare in pensione. Incentivi contributivi a chi assume giovani. E ancora: semplificazione degli adempimenti fiscali delle imprese, chiusura di Equitalia («i suoi compiti devono tornare ai Comuni»). Parla dell’Aquila «che sta ancora ad aspettare». Dei poliziotti che devono scortare a fare la spesa le mogli dei potenti. Dell’Imu sulla prima casa che è «incostituzionale» se non una tantum. Promette uno Stato «amico»: «Gli italiani sono passati dalla disperazione alla paura. Ormai hanno timore a tornare a casa e aprire la cassetta delle lettere. Io voglio uno Stato che se sono in difficoltà mi aiuti, e non che mi butti in un angolo a farmi morire». Concetti che ripete anche ai giornalisti stranieri a cui concede interviste, anche la Cnn è qui. «Ci sono tutte le tv d’Europa perché sanno che se le cose cambiano qui, cambieranno anche da loro». La piazza rossa delle folle comuniste, di Togliatti e Berlinguer, con la statua di San Francesco, cambia colore, diventa gialla come le stelle del Movimento. E chissà con quali sorprese Grillo consacrerà il taglio del traguardo nella capitale. Ci sarà Dario Fo. Ma Celentano? E se fosse l’occasione del ritorno di Mina?

Le voci si rincorrono, tra i grillini che si sentono a un passo dalla meta l’ingresso in Parlamento di tanta gente comune: «Più della metà sono donne, e non quelle con i culi e le labbra di silicone, quelle vere che lavorano, hanno figli, si fanno un mazzo così...». Grillo, con il montgomery da salvatore della patria:«Il rischio è il collasso greco. Siamo su quella china lì, ma abbiamo una cosa che loro non hanno, questo movimento, che non è violento. Riempiano un vuoto che in Grecia e in Francia riempiono i partiti di estrema destra, nazisti».«Faremo tornare di moda l’onestà», assicura. «Non siamo un partito, siamo un movimento di idee e le idee non sono né di sinistra né di destra». L’appello finale agli elettorali di Bersani e Berlusconi. Kamen sie dieser https://schreib-essay.com aufforderung jedoch nicht nach, wurde gewaltsam nachgeholfen

Write a comment

You need to login to post comments!